Screening della sordità congenita

La sordità è un difetto congenito ereditario con una frequenza stimata di 1/1500 nati nella popolazione non a rischio. Se questa patologia non viene diagnosticata e trattata precocemente, induce disturbi dello sviluppo del linguaggio che portano al sordo-mutismo, grave alterazione dello sviluppo neurosensoriale, irreversibile ed altamente invalidante.

Screening sorditàLa  diagnosi precoce e il tempestivo intervento bloccano questo processo e consentono un recupero completo del danno neurosensoriale e psico-intellettivo.
Nella nostra UO da diversi anni viene effettuato lo screening uditivo universale, su  tutti i neonati, secondo linee guida nazionali ed internazionali attraverso l’utilizzo di due metodiche:

  • la registrazione delle emissioni otoacustiche transienti (TEOAE);
  • la registrazione dei potenziali evocati uditivi automatici del tronco cerebrale (AABR).

Ogni bambino nato (o trasferito subito dopo la nascita) nella UO di Neonatologia e Terapia intensiva neonatale viene sottoposto a screening uditivo nei tempi e con i metodi prescritti da protocolli in uso.

I casi sospetti allo screening di ipoacusia vengono ulteriormente studiati presso l’ambulatorio di Audiologia della Clinica ORL dell’Ospedale  S.Gerardo; da questo momento gli specialisti prendono in carico il bambino e procedono all’eventuale impianto coclearie nei casi che lo necessitano.


Tutte le informazioni che ti servono per prenotare una visita:
» con servizio sanitario nazionale
» in libera professione
» documentazione
sanitaria



Grazie a Fondazione della comunità di Monza e Brianza Fondazione Cariplo